Cenni storici:

2mantonicoAntico vino passito, il cui nome deriva dal greco “mantonicos” (profetico), preferito da sacerdoti e indovini.

Ricavato da vitigni originari della Grecia acclimatati in quest’area verso il VII secolo a.C.

Prodotto in quantità limitata con appassimento naturale delle uve al caldo sole della Calabria.

È di colore ambra con riflessi scuri.

Vino Passito da meditazione e da conservazione, va servito a 11° – 12°, si accompagna bene con formaggi piccanti a pasta dura e pasticceria secca, e si presta molto all’invecchiamento.

 

Scheda Tecnica:

Vino Passito da Dessert/Meditazione

Zona di produzione: intero territorio del comune di Bianco e parte di quello di Casignana.

Uvaggio: 100% “Mantonico Bianco”, con tolleranza fino al 5% di altre uve bianche raccomandate e autorizzate per la Provincia di Reggio Calabria.

Resa di uva fresca per ettaro: q.li 90/100.

Resa di uva fresca in vino: 40%.

Colore: ambrato più o meno carico.

Odore: generoso, caratteristico, con interessanti note agrumate e di mandorla tostata.

Gusto: amabile e al tempo stesso duro, caratteristico, tannico.

Alcool: 13% Vol. + 3% Vol.

Consumo: ottimo come aperitivo o accompagnato da dolci secchi (tipo “mostaccioli”), a fine pasto; si presta molto all’invecchiamento.

Temperatura di servizio: variabile da 6-8 °C a 10-12 °C in funzione dell’utilizzazione.

Tipo di lavorazione: pressatura soffice.

Affinamento: Acciaio